Danubio salato con speck, Montasio e patate – antipasto perfetto per Natale!

Natale è prima di tutto convivialità. Una giornata da dedicare totalmente al piacere dello stare assieme, alla famiglia, agli affetti, agli amici più cari. La condivisione di gioie in un clima sereno di felicità.

Questo si riflette anche a tavola, dove, la festa regna sovrana. E il danubio salato è uno di quei piatti che, posti al centro della tavola natalizia, ne diventano protagonisti senza grosse fatiche. È una ricetta facile, golosa e scenografica nella presentazione… insomma, proprio perfetta per le feste!

Un antipasto leggero per il Natale

La ricetta del danubio salato che vi raccontiamo oggi prevede solamente Olio Extra Vergine d’Oliva, senza l’ombra di burro. A non mancare, però, sono la fragranza, la morbidezza e la leggerezza dell’impasto che, unite a un ripieno godurioso e saporito, creano l’antipasto perfetto per un pranzo di Natale coi fiocchi.

Il danubio salato è una ricetta estremamente versatile e ben si presta a essere servito sia come un classico antipasto da assaporare seduti a tavola, sia come un aperitivo più informale, condiviso e spiluccato direttamente dal piatto di portata. Magari accompagnato a un calice di Prosecco DOCG, come il 1478 Dersut.

Questa torta salata lievitata altro non è che un insieme di panini al latte ripieni, uniti a formare un delizioso rustico.

Vi assicuro che questa ricetta accontenta il gusto di tutti – dai più piccini ai più grandi – ma, ovviamente, il ripieno è modificabile a vostro piacimento! Potete optare per un più classico prosciutto cotto e scamorza, oppure per una farcia a base di pomodoro e mozzarella o perché no, osare con un ripieno di zucca arrostita, lardo di colonnata e provola – per i palati più raffinati.

Ma, ora, vediamo assieme come fare il danubio salato!

Danubio salato con speck, Montasio e patate: la ricetta

INGREDIENTI (per una teglia da 28 cm di diametro)

Per l’impasto:

  • 1 uovo intero
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 250 ml di latte tiepido
  • 10 g di zucchero
  • 10 g di miele (vi consiglio di castagno)
  • 10 g di sale fino
  • 50 g di Olio Extra Vergine d’Oliva
  • 300 g di farina manitoba (o tipo 0)
  • 200 g di farina 00
  • 50 g di farina di semola rimacinata

Per il ripieno:

1 tuorlo sbattuto per spennellare
Semi di papavero per guarnire q.b.

PROCEDIMENTO

  1. Inizia dall’impasto. Mescola assieme le tre diverse farine in una boule.
  2. In un’altra ciotola, sbriciola il lievito di birra nel latte tiepido e mescola sino a scioglimento. Aggiungi lo zucchero semolato, il miele, l’olio extra vergine d’oliva e l’uovo intero. Amalgama il tutto.
  3. Aggiungi la farina poco per volta, incorporandola ai liquidi. Continua a impastare e aggiungi anche il sale. Una volta presa consistenza, rovescia l’impasto su una spianatoia infarinata e lavoralo energicamente per alcuni minuti, sino a che sarà diventato liscio ed elastico.
  4. Dai all’impasto la forma di una palla e mettilo a lievitare in una boule capiente leggermente unta. Incidi una croce sulla superficie (per facilitare la lievitazione) e copri la terrina con la pellicola e un canovaccio. Lascia lievitare per un paio d’ore nel forno spento (o ancor meglio, se ti è possibile, nel forno acceso impostato a una temperatura di 30°C).
  5. Trascorso questo tempo, l’impasto avrà raddoppiato il suo volume. Trasferiscilo sulla spianatoia e lavoralo per alcuni istanti. Dividilo poi in 4 parti uguali. Forma 4 “salsicciotti” e dividili a loro volta in 5 parti dal peso di circa 50 grammi l’una. Otterrai più o meno una ventina di palline. Stendile una a una con il matterello, come fossero delle basi per pizza formato mignon.
  6. La base del danubio salato è pronta. Ora non ti resta che passare alla preparazione del ripieno: taglia a dadini le patate bollite, lo speck a listarelle e il Montasio a cubetti. Unisci tutti gli ingredienti in una ciotola e aggiungi sale, pepe nero e condisci con un filo d’olio.
  7. Come farcire il danubio salato? È presto detto (e fatto): poni un po’ di ripieno al centro di ogni disco e chiudilo a formare una pallina (lasciando la “sigillatura” nella parte inferiore). Ungi una teglia e disponi la prima pallina nel centro e poi via via tutte le altre attorno, disponendole una vicino all’altra in modo concentrico, sino a completare la torta.
  8. Il danubio salato è dunque pronto per un’ultima lievitazione. Copri la teglia con pellicola e canovaccio e lascia lievitare per un’oretta.
  9. Non ti resta che spennellare la superficie delle palline con il tuorlo d’uovo sbattuto e cospargere con i semi di papavero.
  10. Inforna a 180° C per 45 minuti. Se negli ultimi istanti di cottura la superficie si dovesse colorire troppo, abbassa la temperatura del forno a 170° C e disponi il danubio salato nello spazio più basso del forno.
  11. Una volta sfornato attendi qualche minuto, poi sforma il danubio salato in un piatto da portata. Avrai ottenuto una torta rustica perfetta, l’impasto sarà morbido e fragrante al tempo stesso, il cuore del ripieno saporito, avvolgente e filante… in poche parole, una golosità unica!

Credits immagini: Sara Cartelli

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>