Chia pudding al caffè con yogurt e frutta, un concentrato di sana energia

Ricordi che dicevamo avremmo raccontato presto una ricetta con protagonisti caffè e semi di chia? Bene, ogni promessa è debito. E così, ecco qui il chia pudding al caffè: la ricetta di un superfood a dir poco eccezionale. Proprio ciò di cui abbiamo bisogno mentre boccheggiamo in ufficio in attesa delle agognate ferie agostane.

I semi di chia – minuscoli semini scuri e insapore provenienti dal Sud America – sono un integratore alimentare naturale potentissimo, un’eccezionale fonte di Calcio (ancor più del sesamo), di antiossidanti essenziali come Omega-3Omega-6 e di amminoacidi. E non solo non contengono grassi né zuccheri semplici (sono anche gluten-free), ma ne riducono l’assorbimento.

Il chia pudding è la merenda perfetta non solo per coloro che desiderano perdere peso ma anche, e soprattutto, per gli sportivi. Sono infatti in grado di fornire nutrienti essenziali ed energia senza che l’organismo richieda di assumere grandi quantità di cibo.

Ti abbiamo convinto e non vedi l’ora di fare il pieno di energiapreparando in casa il chia pudding al caffè?
Ecco la ricetta – facilissima promesso!

Chia pudding al caffè con yogurt e frutta, un concentrato di sana energia

Chia pudding al caffè con yogurt e frutta: la ricetta

INGREDIENTI (dosi per 2 porzioni)

  • 4 cucchiai di semi di chia 
  • 200 ml di latte di mandorla
  • 2 espressi preparati con la miscela Caffè 100% Bio Dersut (visita il nostro shop on-line, la trovi lì ad aspettarti!)
  • 2 cucchiaini di miele di acacia
  • un cucchiaino di cacao amaro in polvere
  • 4 cucchiai del tuo yogurt preferito
  • la frutta fresca o secca che preferisci

PROCEDIMENTO

  1. Versa i semi di chia in una ciotola, aggiungi il latte e il caffè espresso. Mescola e lascia riposare in frigo per almeno un’ora.
  2. Trascorso questo tempo, i semi si saranno gonfiati e avranno rilasciato una sorta di gelatina, creando così un budino cremoso. È il momento di dolcificarlo con il miele e aromatizzarlo con il cacao.
  3. Non ti resta che servire il chia pudding al caffè in una tazzina, alternandolo con yogurt e frutta fresca. Io ho optato per dello yogurt alla fragola, delle fragole fresche e della frutta essiccata… dai libero sfogo alla tua fantasia con gli abbinamenti. E il gioco è fatto!
Chia pudding al caffè: come si prepara

Chia pudding al caffè – alcuni consigli pratici

  • Per preparare un chia pudding è necessario che i semi di chia rimangano del tempo immersi in un liquido (acqua, latte, caffè o succo di frutta) affinché assumano una consistenza gelatinosa. La scelta migliore è quella di preparare il chia pudding la sera prima per il giorno dopo. In questo modo i semini hanno la possibilità di gonfiarsi alla perfezione ma, in mancanza di tempo, può essere sufficiente un’ora.
  • Per la preparazione del pudding ai semi di Chia e caffè, oltre al caffè espresso, è necessario utilizzare anche del latte. Io vi consiglio quello vegetale, più leggero e digeribile – soprattutto durante il periodo estivo. Optate pure per il vostro preferito, dal riso, al cocco alla nocciola. Io ho scelto quello di mandorla: adoro l’abbinata di sapore con il caffè (se siete interessati all’argomento vi consiglio di non perdervi il nostro approfondimento su caffè e frutta secca).
  • Il chia pudding si rivela anche un’ottima merenda da portare con se al lavoro. In questo caso basterà comporlo in un barattolo ermetico e conservarlo in frigorifero fino al momento di gustarlo durante la pausa caffè.
Chia pudding al caffè come prepararlo in modo semplice e veloce

Non ti resta che provarlo e farci sapere cosa ne pensi!

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter, e rimani aggiornato sul mondo Dersut.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione alla newsletter.
Per maggiori informazioni, consulta la Privacy Policy.