Barrette energetiche fai da te – quando la salute vien mangiando

L’appetito vien mangiando, diceva qualcuno. E altrettanto la salute. Perciò ho pensato a un modo semplice e veloce per preparare delle barrette energetiche fai da te. Non elimineranno i grandi problemi che affliggono l’umanità – ma da qualche parte bisognerà pur partire.

Ad esempio dalle parole di Ludwig Feuerbach:

Siamo ciò che mangiamo.

Alzi la mano chi vorrebbe essere un hamburger gourmet. Non preferireste essere un bel piatto di spaghetti al pomodoro? La risposta vien da sé.

Tutto ciò per introdurvi l’argomento del giorno. Oggi è la Sessantasettesima Giornata Mondiale della Salute (World Health Day). Ogni anno viene scelto per la giornata un tema specifico, che evidenzia un’area di particolare interesse per l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

La giornata è un’occasione per promuovere a livello globale la sensibilizzazione su argomenti cruciali di salute pubblica di interesse della comunità internazionale, e lanciare programmi a lungo termine sugli argomenti in questione. La giornata mondiale della salute non è quindi un evento che si riduce ai lavori di un giorno, ma è ogni volta il punto di partenza di un percorso mirato a migliorare le condizioni di salute in tutto il mondo.

La ricetta delle barrette che vi proponiamo oggi ha una base multicereale, tanta frutta secca, miele e semini vari. I benefici sono molteplici:

  • sono ricche di fibre, saziano a lungo e contribuiscono al benessere intestinale;
  • la frutta secca apporta vitamine e minerali fondamentali per un organismo in salute;
  • il miele ha proprietà anti infiammatorie e protettive – senza tralasciare la carica d’energia che ci regala;
  • le bacche di goji sono un toccasana nella protezione del sistema immunitario oltre ad avere tantissime vitamine ed essere un ottimo alleato per il mantenimento della linea, contribuendo a tenere sotto controllo i livelli di glicemia.

Queste barrette sono comodissime da portare al lavoro, per una dolce pausa che sazia e carica senza rimorsi. Consiglio per gli sportivi: sono ottime anche consumate prima e dopo l’allenamento quotidiano!

Last but not least, si preparano in pochissimo tempo ed essendo “fai da te”, abbiamo la certezza che contengano solo gli ingredienti che vogliamo.

Ovviamente potete personalizzare gli ingredienti delle barrette energetiche secondo il vostro gusto: potete ad esempio sostituire il riso soffiato con del miglio o del farro. Così come per la frutta secca, usate quella che preferite. Spazio alla fantasia con le sostituzioni!

Oggi è la giornata della salute, ma la salute del nostro corpo è data anche dalla salute della terra che abitiamo. Dunque stop agli sprechi! Questa ricetta si rivela ottima per utilizzare della frutta secca avanzata in dispensa.

Impariamo a non buttare via niente bensì a riutilizzare.

Barrette energetiche fai da te – la ricetta

INGREDIENTI (per 15 barrette)

150 gr di fiocchi d’avena

50 gr di crusca d’avena

40 gr di sesamo

50 gr di arachidi tostati

50 gr di mandorle

60 gr di bacche di goji

60 gr di zucchero integrale di canna

30 gr di acqua

3 cucchiai di composta di frutta a scelta

200 gr di miele

Olio di semi d’arachide q.b.

PREPARAZIONE

  1. Come prima cosa metti a sciogliere lo zucchero con l’acqua fino a che non inizia a imbrunire.
  2. Aggiungi dunque anche la composta di frutta, mescola qualche istante e togli dal fuoco.
  3. Versa il composto ancora caldo in una boule e aggiungi il miele, mescola con cura.
  4. Ora non resta che aggiungere tutti gli ingredienti e amalgamare bene il tutto facendo sì che gli ingredienti siano impastati uniformemente.
  5. Fodera una leccarda con la carta forno e ungila aiutandoti con un pennello da cucina.
  6. Versa la massa sopra la carta forno cercando di disporla uniformemente su tutta la superficie. Copri con un altro rettangolo di carta forno unto.
  7. Compatta prima con le mani e in seguito aiutandoti con un matterello.
  8. Una volta assunta una forma regolare e compatta, togli il foglio di carta forno superiore e inforna a forno preriscaldato a 150°C per 30 minuti.
  9. Quando è ancora caldo (se lo fate raffreddare troppo porzionarlo sarà un problema) oliate la lama di un coltello e tagliate il rettangolo in singole porzioni.
  10. Una volta raffreddate, le barrette sono pronte per essere gustate! Si conservano benissimo svariati giorni.

 

Foto Credits: Sara Cartelli

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>