Anice e caffè: un classico sempre valido

Anice e caffè è un abbinamento di gusto apprezzato da sempre. Quello che tra tutti rimanda di più al ricordo dei nonni e della bottiglia di liquore di anice sempre pronta per versarne un goccetto nel caffè.

Il caffè corretto con un po’ di anice è, dunque, un grande classico, antico e intramontabile, della tradizione italiana.

L’anice è una pianta nativa del Mediterraneo dell’est e del Sud-ovest asiatico, di cui sia i semi che i fiori sono ampiamente impiegati per la preparazione di liquori, caramelle, ma anche di ricette speziate e aromatiche.

Ha un gusto dolce, molto simile a quello di semi di finocchio con un leggero retrogusto di menta e liquirizia. L’anice, infatti, appartiene alla loro stessa famiglia, e come queste contiene una sostanza chiamata anetolo.

I liquori che impiegano l’anice sono diversi, a partire dalla Sambuca, passando per il Mistrà, l’Anisetta – prodotta con l’anice verde coltivato nelle Marche – fino ad arrivare al distillato di anice, molto diffuso in Medio Oriente, chiamato Arak.

Il sapore dell’anice in generale, si sposa benissimo con quello del caffè. È per questo che una piccola correzione con un goccio di uno degli alcolici sopracitati dà sempre un ottimo risultato. Soprattutto se la miscela del caffè è 100% Arabica con un gusto delicato e ricercato – come il Selezione del Conte Dersut (disponibile nello shop online).

Anice e caffè: ancora più buono col liquore fatto in casa

Se vuoi, puoi cimentarti nella preparazione di un liquore all’anice fatto in casa semplice e buonissimo.

Comincia con il pestare 50 g di semi di anice e lascialo macerare insieme a qualche scorzetta fresca di limone dentro 500 ml di alcol, all’interno di un barattolo con coperchio.

Muovi ogni tanto il recipiente per distribuire bene i sapori e fai riposare per 10 giorni. Poi filtra tutto anche più di una volta per lasciare solo la parte alcolica liquida.
A parte prepara uno sciroppo cuocendo 500 ml di acqua con 500 g di zucchero.
Quando lo zucchero sarà completamente sciolto spegni il fuoco e fai raffreddare.
Unisci l’alcol allo sciroppo e versa il liquore in una o più bottiglie.
Attendi un mese per apprezzare il tuo liquore al meglio.

Caffè corretto con anice

Gusta il liquore all’anice appena dopo aver bevuto il caffè, oppure versane un goccio direttamente nel caffè caldo; oppure ancora pulisci il fondo di caffè rimasto nella tazzina con un resentin di liquore all’anice fatto in casa.

Mai senza miscela Selezione del Conte!

Raffaella Caucci
Raffaella Caucci

Food Writer and Food Photographer

Raffaella è una professionista in comunicazione specializzata in ambito food. Autrice di articoli e ricette, scrive e fotografa mensilmente per Alice Cucina e gustoSano. Per lei non esiste buongiorno senza un cappuccino.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter,
e rimani aggiornato sul mondo Dersut.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione alla newsletter.
Per maggiori informazioni, consulta la Privacy Policy.