Caffettiera Chemex – il fascino del design

La caffettiera Chemex è tra le più apprezzate al mondo, anche se poco diffusa e conosciuta nel nostro Bel Paese, e si utilizza per applicare l’omonimo metodo di estrazione del caffè.

Si tratta di un vero e proprio oggetto di design dalla forma unica e inconfondibile, tanto da essere esposta al MoMa, il museo di arte moderna di New York.

Metodo chemex

Caffettiera Chemex: com’è fatta e come si usa

La caffettiera Chemez è una sorta di brocca di vetro, materiale non poroso che garantisce il non assorbimento di odori e sapori, con degli anelli in legno legati da cinturini di cuoio che, oltre ad essere un elemento caratteristico di design, rappresentano una comoda impugnatura anti-ustione.

La Chemex è stata inventata nel 1941 e con il suo metodo di estrazione si ottiene il caffè all’americana (caffè filtro).

Il suo funzionamento è, infatti, molto simile al V60: l’estrazione avviene per percolazione poiché il caffè in polvere – macinato sul momento e a grana non troppo sottile – viene raccolto nel “collo” della caraffa, a forma di V, rivestito da un filtro di carta.

Ed è proprio nel filtro impiegato la particolarità di questo metodo per ottenere caffè, un filtro talmente poroso in grado di assorbire tutti gli oli essenziali della miscela, attraverso il quale si ottiene una tazza di caffè “puro”.

Metodo chemex

Il caffè più adatto da utilizzare per l’estrazione con il metodo Chemex è una miscela dolce, 100% Arabica. Il prodotto ideale è il caffè 100% Bio di Dersut (disponibile nello shop online), in grani, dal gusto cioccolatato, privo di amaro e con una gradevolissima e piccola acidità di sottofondo.

Ora non ti resta che lasciarti tentare e provare un caffè estratto con la caraffa Chemex, una vera chicca per autentici coffee addicted.

Raffaella Caucci
Raffaella Caucci

Food Writer and Food Photographer

Raffaella è una professionista in comunicazione specializzata in ambito food. Autrice di articoli e ricette, scrive e fotografa mensilmente per Alice Cucina e gustoSano. Per lei non esiste buongiorno senza un cappuccino.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter,
e rimani aggiornato sul mondo Dersut.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione alla newsletter.
Per maggiori informazioni, consulta la Privacy Policy.