Portogruaro: un’insolita scoperta in provincia di Venezia

Tra le località del Triveneto ce ne sono alcune che – non si sa per quale motivo – si tralasciano nei programmi per il weekend.

Sono proprio alcune di queste a stupire inaspettatamente, per la loro bellezza e la loro tipicità. Portogruaro è una di queste destinazioni inattese.

Solitamente queste perle nascoste non si conoscono perché non sono raccontate bene. Forse è anche un pregio perché, quando ci arrivi, il fatto di saperne poco o nulla amplifica di molto la sensazione di scoperta che è alla base di ogni viaggio.

È proprio quello che succede in questa cittadina in provincia di Venezia di circa 25.000 abitanti, che racchiude un centro storico che in molti definirebbero un gioiello.

Portogruaro

Il centro storico di Portogruaro

Portogruaro è una località che affonda le sue radici nel Medioevo: la facciata trecentesca del palazzo comunale in Piazza della Repubblica lo fa capire con precisione, fantastica tra l’altro con il suo profilo merlato!

È questo l’ombelico della cittadina veneta. Girandoci intorno svetta, oltre i tetti in tegole delle case colorate che si affacciano sulla piazza, l’alto campanile del Duomo di Sant’Andrea, poco distante dal Comune.

Cercate in questa zona il simbolo della città, il pozzetto medioevale con le gru del Pilacorte, queste ultime aggiunte però solo a inizio secolo.

Ancora due passi e si arriva al fiume Lemene, dove le chiuse e il ponte dietro alla chiesa creano uno scenario veramente pittoresco. Il rumore dell’acqua, i colori e il paesaggio urbano cresciuto attorno al fiume sono qualcosa che rimane addosso: impossibile non innamorarsi di Portogruaro già in questa prima mezz’oretta di visita.

Un post condiviso da Isabella V. (@isabellinv) in data:

Un’occhiata dentro al Duomo e poi proseguite a passeggio sotto i portici, che abilmente proteggono dalla pioggia nelle fredde giornate invernali o dal sole nei mesi afosi d’estate: la sapeva lunga chi ha costruito le prime case quasi settecento anni fa.

Portogruaro è per la provincia (e non solo) una meta per lo shopping, grazie ai tanti negozi che animano questo tratto: gioiellerie, negozi di occhiali, vestiti… c’è da sbizzarrirsi.

Tra una boutique e l’altra fermatevi per una pausa alla Bottega del Caffè Dersut di Corso Martiri della Libertà 102, per ricaricarvi con un espresso o saziarvi con una delle tante proposte pensate per il pranzo.

panino con lattuga prosciutto e pomodoro
Foto © Bottega del Caffè Dersut Portogruaro

Portogruaro stupisce, inevitabilmente.

Se ci fosse una classifica la potremmo inserire tranquillamente tra le mete insolite da scoprire, e senza dubbio possiamo suggerirla quale destinazione per una bella giornata di svago e scoperta.

 

Giulia Marchesan e Fabio Sonce
Giulia Marchesan e Fabio Sonce

Fabio, blogger professionista, fotografo e videomaker. Lavora da anni nel mondo della fotografia real estate per una nota azienda internazionale. Appassionato di natura ama fare lunghe camminate in mezzo ai boschi con i suoi bambini. Giulia, social media manager e content writer, lavora come freelance creando contenuti per portali turistici. 

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>