Val di Casies, la valle delle fragole in Alto Adige

3Non c’è niente di più bello dell’assaggiare i prodotti e i piatti tipici della zona che si visita. Che sia un viaggio in Italia piuttosto che in una destinazione lontana, per immergersi completamente nella cultura e nella vita locale è necessario mettere alla prova il palato tra quei sapori tanto diversi dalla normale quotidianità.

In Alto Adige, tra la famosa Anterselva e il confine austriaco, c’è una valle rinomata e conosciuta per la produzione di fragole e lamponi, la Valle di Casies.

Albert, il titolare dell’azienda Regiohof, con la sua famiglia da decenni coltiva in questa valle i famosi frutti rossi che poi trasforma in tutti i loro derivati: confetture, grappe, liquori, creme di bellezza…

val di caseis

Val di Casies, una vacanza all’insegna dei prodotti altoatesini

Come vi ho accennato, da anni Albert e la sua famiglia coltivano in questa zona dell’Alto Adige fragole e lamponi. In questa fattoria si possono consumare ben sette tipi di fragole diverse e dei lamponi dolci come caramelle, ed è possibile vivere un’esperienza unica.

Si può visitare il campo e aiutare gli addetti a raccogliere questi frutti, lavarli e confezionare marmellate, ma anche grappe o succhi 100%, un’esperienza autentica da ricordare. Del resto sono proprio momenti come questo che rendono unico il viaggio.

I prodotti derivati dalla coltivazione dei frutti rossi, come la crostata di marmellata di fragole o la variante alle fragole del tiramisù tradizionale al caffè, sono da assaggiare assolutamente se si visita questa valle.

Non manca però il salato: come un piatto di formaggi e salumi locali, dove lo speck e il formaggio di Malga non possono mancare, accompagnati dalla grappa ai frutti rossi.

Da non perdere i canederli in brodo, gli strozzapreti al burro oppure il piatto tipico a base di polenta, funghi e salsicce nostrane.

val di caseis

Val di Casies: le attrazioni da non perdere

La Val di Casies non è solo la valle delle fragole ma anche un luogo ideale per chi vuole vivere una vacanza all’aria aperta tra camminate o giri in bici in mezzo ai boschi. Uno dei sentieri più famosi è quello che collega Val di Casies a Villgraten, divenuto famoso perché una volta era la via del contrabbando.

Un’attrazione da non perdere è il Castel Monguelfo, risalente al 1200, situato proprio all’entrata della Val di Casies. Restaurato, è possibile visitarlo all’interno delle sue mura con una visita guidata.

Il Museo della Cultura Contadina Voadohuibn, situato in un vecchio maso, racconta attraverso una raccolta di testimonianze e oggetti d’epoca, la vita e le tradizioni dei contadini che vivevano in questa valle.

val di caseis

I paesi della Val di Casies

San Martino e Santa Maddalena sono due paesini che si trovano in questa valle. Vi consiglio di visitare entrambi, in quanto particolari e unici.

Già da lontano potrete ammirare le caratteristiche chiesette con il campanile a punta che si mescolano alle tipiche case in tronchi di legno. Camminando tra le viuzze del borgo si può apprezzare il ritmo lento della vita qui nella valle.

Per gli amanti dei viaggi itineranti consiglio di visitare le vicine San Candido, Brunico – la città del Natale – e Bressanone, dove fermarsi alla Bottega del Caffè Dersut (Via Ratisbona, 6) per una pausa di ristoro.

val di Casies

 

Giulia Marchesan e Fabio Sonce
Giulia Marchesan e Fabio Sonce

Fabio, blogger professionista, fotografo e videomaker. Lavora da anni nel mondo della fotografia real estate per una nota azienda internazionale. Appassionato di natura ama fare lunghe camminate in mezzo ai boschi con i suoi bambini. Giulia, social media manager e content writer, lavora come freelance creando contenuti per portali turistici. 

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>