Una vacanza in Montenegro, tra montagne e baie baciate dal sole

Grande come il Trentino Alto Adige, coperto per l’80% da foreste, ricco di canyon e di laghi, ma anche di spiagge – 117 per la precisione.

Il Montenegro è una meta turistica che da poco ha trovato la sua fama, nonostante si tratti di una delle zone più spettacolari di tutta Europa.

Oggi vi portiamo alla scoperta delle sue bellezze: tra baie, parchi naturali, torri merlate e piatti da leccarsi i baffi.

Montenegro: le tappe immancabili

Il Fiordo di Cattaro (meglio conosciuto come Bocche di Cattaro) è imperdibile: qui troviamo l’omonima Cattaro (Kotor), un pittoresco centro medievale che fungeva da porto commerciale per la Repubblica Serenissima di Venezia, e Castelnuovo (Hergeg Novi), una cittadina ideale per chi cerca una vacanza tra sole e storia.

Nelle vicinanze potrete esplorare la Grotta Blu e la Scala di Cattaro, un percorso di trekking costruito su un antico sentiero veneziano, che si inerpica fino alla cima del Monte Lovcen.

Quando salirete vi potrete tranquillamente immedesimare in George Bernard Shaw, che su questo luogo scrisse “Signori, sono in Paradiso o sulla Luna?”. Arrivati a 1600 metri addentratevi tra i tanti sentieri del Parco Nazionale, dedicando una mezz’ora al Mausoleo di Njegoš, sovrano montenegrino.

Amate l’architettura medievale? Inserite nella vostra vacanza Stari Bar, un gioiello che mescola questo stile a mura del periodo veneziano. A pochi chilometri potrete fermarvi da Diner Time, a Bar, per gustare un ottimo caffè Dersut!

Un post condiviso da haloina (@karolaadamowska) in data:

I piatti tipici montenegrini da provare

La cucina del Montenegro, come quella di gran parte della costa dalmata, è il risultato delle commistioni tra piatti veneziani, turchi e austro-ungarici.

Come succede nel nostro Triveneto si differenzia molto tra costa ed entroterra, con una cucina soprattutto a base di pesce e crostacei nel primo caso, più corposa e povera nel secondo. Si differenzia leggermente la zona dei laghi, dove tra i piatti tipici troviamo gamberi, carpa e trota.

Come in Italia esistono inoltre tantissime tipologie di latticini, così come di prodotti di panificazione.

Un post condiviso da Lina Nastic (@lina_nale) in data:

Qualche nome da segnare:

  • Popara – un modo economico per iniziare un pasto, a base di pane raffermo, latte, olio e formaggio.
  • Japraci – degli involtini ripieni di carne di montone, riso e carne secca, dove il tutto viene avvolto da foglie di vite.
  • Kacamak – un piatto che può assomigliare al nostro frico, a base di patate schiacciate e formaggio fuso.
  • Crni rižoto – un risotto al nero di seppia, con aggiunta di seppie cotte in diversi modi, a seconda della zona.

Avete già visitato il Montenegro? Raccontateci i vostri luoghi e piatti preferiti!

Valeria Garbo
Valeria Garbo

Social Media Manager & PR per Dersut Caffè

Caporedattore di DersutMag, Valeria si occupa di social media e pubbliche relazioni per Cricket Adv, scrive per il magazine Grazia e segue da anni un blog personale dedicato al lifestyle. Non resisterebbe mai senza almeno tre espressi al giorno!

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>