Tè verde al gelsomino – il tè jasmin cinese

Il tè verde al gelsomino è un abbinamento di gusto consolidato, molto apprezzato in tutto il mondo, nato e prodotto tradizionalmente in Cina con tecniche antichissime.

Non si tratta di una semplice miscela di ingredienti. Per preparare il tè verde Jasmin si mescolano le foglie di tè verde già essiccate ai boccioli freschi di gelsomino raccolti durante la notte, momento in cui i fiori sono più profumati.

Tè verse jasmine

Questa operazione viene ripetuta più volte prima di mettere nuovamente a essiccare le foglie di tè, per eliminare ogni residuo di umidità rimasto dall’impiego dei fiori freschi.

Il tè verde al gelsomino che ne deriva è una bevanda dal gusto delicato che è bene consumare senza aggiunta di altri ingredienti – neanche lo zucchero – per apprezzarne appieno l’aroma.

Si tratta, inoltre, di un piccolo elisir di benessere che pare aiuti la digestione e non solo; il tè verde Jasmin è conosciuto anche come antibatterico e come depurativo per il nostro organismo.

tè verde jasmine

Quando consumare il tè verde al gelsomino

In Cina il tè verde al gelsomino viene consumato – e offerto – sia a pranzo che a cena, durante i pasti. Ma è anche un’ottima bevanda rigenerante, perfetta per una pausa in totale relax.

Per consumarlo nel pomeriggio analogamente a un comune tè, vi suggerisco di berlo al naturale, insieme a biscotti che non ne condizionino il sapore, come questi all’olio di riso che ho preparato non troppo tempo fa.

Potete trovare un tè verde jasmin di ottima qualità nello shop online di Dersut sotto forma di filtri piramidali monoporzione in cui le foglie – a differenza dei filtri tradizionali – sono intere e ben visibili.

Il risultato? Un infuso di alta qualità in versione prêt-à-porter, l’ideale per consumare il tè verde jasmin anche in ufficio e comunque fuori casa.

Tè verde jasmine

Per assaporare il tè verde al gelsomino nella sua versione ottimale, ricordate di immergerlo in acqua per un tempo non superiore ai tre minuti ad una temperatura compresa tra i 70° e gli 80°C.

Non siete curiosi di assaggiarlo?

Raffaella Caucci
Raffaella Caucci

Food Writer and Food Photographer

Raffaella è una professionista in comunicazione specializzata in ambito food. Autrice di articoli e ricette, scrive e fotografa mensilmente per Alice Cucina e gustoSano. Per lei non esiste buongiorno senza un cappuccino.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>