Torta light al cocco e caffè: per chi è a dieta (ma non vuole rinunciare al dolce)

La torta light al cocco e caffè è una ricetta velocissima (e di quelle che ti faranno esclamare “Elementare Watson” mentre la prepari) per concedersi un piccolo sfizio anche se – come la sottoscritta – siete sottoposti a dieta ferrea e forzata per redimervi dai bagordi culinari delle festività natalizie.

Uscita (non indenne) dal turbinio dolciario scaturito dalla calza della befana, ho deciso che era il caso di studiare a tavolino la ricetta di una torta che fosse deliziosa sì, ma anche ipocalorica. Era giunto decisamente il momento di riprendere in mano le redini di un regime alimentare sano e nutriente.

Vi confesso che la ricetta di questa torta light è stata approvata anche dal mio medico dietologo che, ovviamente, mi ha prescritto di evitare zuccheri e grassi. S

Sono sincera: non aspettatevi quel genere di dolce che risponde al tag #foodporn. Direi però che tra il “categoricamente-vietato-mangiare” e la goduria più libidinosa, c’è il posto per questa torta al cocco che, a colazione, è una più che buona consolazione.

Questa torta light ha una consistenza compatta, umida al punto giusto, ed è perfetta per gli amanti del cocco; inoltre, inaspettatamente, ho avuto una bella sorpresa quando, nonostante l’assenza di lievito nell’impasto, la torta sfornata era comunque bella alta e soffice.

All’assaggio aspettatevi un sapore delicato, subito controbilanciato dal gusto deciso del caffè e dalla caratterizzazione aromatica dello zenzero (lo sapete che caffè e spezie possono davvero combinare grandi cose assieme?).

Inoltre, grazie al suo effetto lipolitico – una manna dal cielo quando si parla di dimagrimento – il caffè stimola l’utilizzo dei grassi a scopo energetico e attiva la termogenesi, aumentando la quantità di calorie bruciate (scoprite questa ed altre curiosità sul caffè nell’approfondimento che abbiamo scritto per voi) e, conseguentemente, si rivela un prezioso alleato nelle diete mirate al dimagrimento.

Torta light al cocco e caffè: per chi è a dieta (ma non vuole rinunciare al dolce)

Torta light al cocco e caffè: la ricetta

INGREDIENTI (dosi per una torta da 12 porzioni)

  • 3 uova grandi (corrispondenti a circa 180 g)
  • 40 g di olio di arachidi
  • 300 g di latte parzialmente scremato o vegetale
  • 4 cucchiai di zucchero integrale di canna
  • 100 g di farina di cocco
  • 100 g di farina 00
  • 50 g di caffè espresso preparato con la miscela DecaLight Dersut (disponibile nello shop online!)
  • Un pizzico di zenzero in polvere

PROCEDIMENTO

  1. Questa torta è talmente facile e veloce da preparare che, a dirla tutta, non ha un vero e proprio procedimento. Il modus operandi consiste essenzialmente nell’inserire tutti gli ingredienti nel contenitore di un’impastatrice e azionare la macchina. Incredibile vero?
    Eppure vi assicuro che il risultato non vi lascerà per niente delusi! Se non aveste a disposizione un’impastatrice o una planetaria, nessun problema: potete utilizzare anche un frullatore, delle fruste elettriche o, semplicemente, una ciotola, un mestolo di legno e olio di gomito.
  2. Una volta lavorati assieme gli ingredienti e ottenuto un impasto totalmente uniforme, non vi resta che ungere leggermente uno stampo per dolci antiaderente con un velo di olio vegetale e versarci l’impasto appena preparato.
  3. Cuocete a 180°C per 40-45 minuti in forno statico. Sfornate, lasciate intiepidire e gustatevi un dolce leggero, genuino e gustoso… senza sensi di colpa!

Una piccola fetta di questa torta light al cocco e caffè (1 porzione su 12 totali) corrisponde circa alle calorie di 2 fette biscottate con la marmellata.

Le porzioni possono essere congelate e scongelate al bisogno.

Torta light al cocco e caffè: per chi è a dieta (ma non vuole rinunciare al dolce)

Torta light al cocco e caffè: per chi è a dieta (ma non vuole rinunciare al dolce)

Torta light al cocco e caffè: per chi è a dieta (ma non vuole rinunciare al dolce)

Credits immagini: Sara Cartelli

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>