In cucina con il tè: come utilizzarlo al meglio nelle tue ricette dolci

È arrivato l’autunno e con lui la voglia di casa, calore, ristoro. L’accogliente rassicurazione del rito del tè prende così il posto delle merende a base di granite e gelato che ci hanno accompagnato negli ultimi mesi.

La bellezza di questo ingrediente sta nella sua versatilità. Il tè non è solo una bevanda da assaporare da una tazza fumante stretta tra le mani. Si presta benissimo a essere utilizzato come ingrediente principale per la preparazione di moltissime ricette, che spaziano dagli antipasti al dolce.

Per non incorrere in errori è essenziale però conoscere e tenere a mente le caratteristiche intrinseche di ogni diversa tipologia di tè. Dai tè bianchi con il loro gusto leggero ai tè verdi dalle note aromatiche e il profumo speziato; dai tè neri con il loro carattere deciso e persistente sino alla morbidezza dei tè rossi. Ce n’è davvero per tutti i gusti.

E se vi riconoscete in questa citazione di Clive Staples Lewis

Non trovo mai una tazza di tè abbastanza capiente da soddisfare la mia sete.

sappiate che un ottimo escamotage per non sentire mai la mancanza di questa bevanda è utilizzarla come ingrediente nelle vostre ricette dolci.

Perché a un dolcetto non si può mai dire no, dalla colazione al dopo pranzo, dalla merenda al dopo cena.

Vi abbiamo già parlato del tè come ingrediente in cucina qui, ve lo ricordate? Oggi andiamo a indagare più nello specifico il suo utilizzo come ingrediente delle ricette dolci.

Come utilizzare il tè nelle ricette dolci

Uno dei modi più immediati e di sicura riuscita per utilizzarlo è quello di aggiungere il tè già infuso nelle preparazioni più classiche. In questo modo riusciamo facilmente a caratterizzare, donandogli nuova verve e originale aromaticità, le ricette più tradizionali.

Ecco alcuni suggerimenti pratici
  • Il tè, soprattutto se aromatizzato con note corpose e decise, può essere utilizzato come vero e proprio ingrediente delle vostre preparazioni dolciarie. Ad esempio, cosa ne direste di una merenda a base di muffins al tè verde limone e zenzero o una cheesecake al sapore di earl grey al bergamotto? Io ho già l’acquolina in bocca.
  • L’infuso di tè può essere ridotto per creare uno sciroppo dolce e al contempo aromatico che si rivela perfetto per accompagnare il dessert di fine pasto. Pensatelo in abbinamento a una panna cotta, a una torta margherita, una gustosa macedonia o ancora, del gelato fior di latte. Minimo sforzo e massimo risultato!
  • Può sostituire il caffè o altri ingredienti liquidi nei dessert. Provate a immaginare un tiramisù alternativo con il tè nero, utilizzato al posto del caffè.
  • Il tè, se tritato finemente, può essere anche aggiunto agli ingredienti secchi nella preparazione di crostate e biscotti e ancora pan di spagna e torte paradiso.

Ma, sapete, non solamente torte e biscotti si prestano all’utilizzo del tè come ingrediente. In realtà il tè è l’alleato perfetto per stupire con garbo in ogni vostra ricetta. Basta dare ascolto alla vostra fantasia e libero sfogo alla creatività. Perché il bello della cucina sta anche nello sperimentare e riuscire a stupire – e stupirsi – ogni giorno.

Qualche consiglio in più

Scegliete sempre un tè di ottima qualità, farà davvero la differenza nel risultato delle vostre preparazioni, siano esse dolci o salate.

Vi consiglio di provare le nuove infusioni e tè piramidali (disponibili nello shop on line!) appena nate in casa Dersut.

Le infusioni in taglio piramidale (oltre ad essere – diciamocelo – molto più eleganti dal punto di vista estetico) hanno notevoli vantaggi. La forma piramidale di questi filtri permette agli ingredienti di emanare al meglio tutto il loro colore, sapore e aroma durante l’infusione. Inoltre la maggiore dimensione del filtro piramidale permette alle foglie di imbibirsi meglio e di allargarsi totalmente aumentando la pregevolezza della bevanda.

nuovi tè e infusi Dersut caffè con filtro piramidale - novità 2018Un ultimo suggerimento per preparare un infuso di tè a regola d’arte è quello di utilizzare acqua minerale anziché quella del rubinetto. Le particelle di calcare e altri residui fissi contenuti nell’acqua potrebbero infatti alterare il gusto della bevanda, soprattutto nelle città dove quella dell’acquedotto risulta molto dura.

Pronti a sperimentare le vostre ricette preferite con l’aggiunta speciale del tè?

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>