Frittelle di carnevale ripiene alla crema, irresistibili e goduriose.

Per la serie “ricette a tema”, le frittelle di Carnevale ripiene alla crema sono senza dubbio uno tra i più irresistibili, golosi, soddisfacenti e goduriosi dolci tipici che esistano nella nostra tradizione.

Preparate sin da molte generazioni addietro per accompagnare le settimane di vizi antecedenti l’austerità della Quaresima, oltre a essere una delizia unica, sono tutt’oggi un’eccellente rimedio per lo stress quotidiano e un valido rifocillante calorico contro il gelo di questo periodo dell’anno. Oggi, dunque, vi raccontiamo la ricetta per preparare le frittelle alla crema perfette come in pasticceria.

Una vera e propria tentazione a cui è impossibile dire di no.

Pensate solo a quanto più dolce sarà la pausa pomeridiana se accompagnata da questi goduriosi dolcetti uniti a una tazzina di espresso fumante.
Io personalmente adoro – a dir poco – il connubio tra la fragranza e la voluttuosità di queste frittelle e l’aromaticità ricca e avvolgente del caffè Non Plus Ultra Dersut (disponibile nello shop online). Ditemi voi se può esistere merenda più golosa: la giornata prenderà subito una piega migliore!

Certo – non vi voglio mentire – le frittelle fatte in casa non sono uno di quei dolci che si preparano in un lampo. Come tante altre ricette della nostra tradizione, hanno bisogno del loro tempo per essere preparate, con cura e dedizione. Quel che è certo è che il risultato sarà talmente soddisfacente che non vi pentirete del tempo speso nel farle nemmeno per un secondo.

Grazie all’impasto perfettamente bilanciato, queste frittelle non assorbono minimamente l’olio, risultano asciutte, gonfie, morbide e, grazie alla lievitazione in cottura, perfettamente cotte anche all’interno.

E ora, vediamo assieme come prepararle!

Frittelle di carnevale ripiene alla crema: la ricetta

INGREDIENTI (per 25 frittelle)

Per l’impasto:

  • 250 ml di acqua
  • 3 uova medie
  • 200 g di farina 00
  • 60 g di burro
  • 25 g di zucchero
  • 8 g di lievito in polvere
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • qualche goccia di aroma al rum
  • la scorza grattugiata di un’arancia biologica
  • uvetta ammollata q.b.
  • un pizzico di sale

Per la crema diplomatica:

  • 300 ml di latte
  • 2 tuorli
  • 30 g di farina 00
  • 70 g di zucchero
  • la scorza grattugiata di un limone biologico
  • un pizzico di sale
  • 250 ml di panna fresca da montare
  • zucchero semolato
  • zucchero a velo
  • olio di semi per friggere

PROCEDIMENTO

Per preparare le frittelle di Carnevale iniziate dalla crema che le andrà a farcire.

  1. Preparate una classica crema pasticcera mettendo a scaldare in una pentola antiaderente il latte, che toglierete dal fuoco non appena avrà raggiunto il bollore. Nel frattempo montate i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungete anche la farina e lo zeste di limone, mescolate.
  2. Ora che avete ottenuto un impasto liscio e omogeneo potete versare, un pochino alla volta, il latte caldo a filo mescolando energicamente, per evitare di stracciare le uova.
  3. Rimettete il composto sul fuoco e mescolate costantemente fino a che la crema non avrà raggiunto una densità abbastanza corposa.
  4. Ora bisogna attendere che la crema si raffreddi coprendola con della pellicola a contatto (per evitare che si formi quella fastidiosa patina sulla superficie). Una volta raffreddata completamente, potete aggiungere la panna montata, incorporandola delicatamente dal basso verso l’alto.
  5. La crema diplomatica per farcire le frittelle è pronta. Conservatela in frigorifero fino al momento di farcire le frittelle.

Ora vediamo come preparare l’impasto delle frittelle.

  1. Sciogliete il burro unitamente all’acqua, con l’aggiunta di un pizzico di sale e dello zucchero. Non appena inizia a sobbollire spegnete il fuoco e aggiungete la farina, mescolando fino a farla assorbire.
  2. Date una prima cottura all’impasto mescolando la “palla” che si viene a creare in modo continuo, a fuoco lento, per un paio di minuti o comunque fino a che sul fondo della pentola non verrà a formarsi una patina bianca, segno della perfetta cottura del composto.
  3. È il momento di aggiungere le uova all’impasto, una alla volta. Infatti, bisogna avere cura (e pazienza) che l’uovo precedente sia stato assorbito prima di aggiungere il successivo.
  4. Quando si sarà creato un impasto liscio, morbido e uniforme potete aggiungere il lievito, lo zeste d’arancia, l’aroma al rum e l’uvetta (se lo desiderate).

Potete preparare le frittelle con o senza uvetta. Io, nel dubbio, utilizzo la prima metà dell’impasto senza aggiungere l’uvetta per poi andare ad addizionarla nella seconda metà di pastella. Così facendo, accontento i gusti di tutti!

Come friggere le frittelle per non farle risultare “unte”.

  1. Per questa operazione prediligete olio di semi (ha un sapore più neutro rispetto all’olio d’oliva e un punto di fumo superiore), versatelo in una casseruola ampia e portatelo a temperatura. L’olio sarà pronto per friggere nel momento in cui, versando un piccolo quantitativo d’impasto, soffriggerà istantaneamente.
  2. Prelevate una pallina d’impasto aiutandovi con due cucchiaini e “tuffatela” nell’olio bollente. Procedete friggendo altre porzioni senza esagerare con le quantità. Lasciate che le frittelle abbiano spazio a sufficienza durante la cottura, altrimenti la temperatura dell’olio si abbasserà e le frittelle assorbiranno l’olio. Rigiratele di tanto in tanto, ci vorranno indicativamente 3/4 minuti di cottura.
  3. Altro accorgimento: il fuoco non dev’essere troppo alto. Le frittelle devono dorarsi lentamente in modo da gonfiarsi e cuocersi all’interno, senza bruciare esternamente.
  4. Una volta pronte, scolatele su della carta assorbente e fatele roteare nello zucchero semolato per andare poi a farcirle, con l’aiuto di un sac à poche, con la crema diplomatica preparata in precedenza.

Se seguite tutte queste indicazioni non assorbiranno per nulla l’olio e otterrete delle frittelle leggere, asciutte e fragranti.

Siete pronti per preparare in casa queste deliziose frittelle di carnevale ripiene di crema? Siamo sicuri che quelle della pasticceria sotto casa non si faranno rimpiangere… con il vantaggio della soddisfazione di averle preparate con le vostre mani!

Credits immagini: Sara Cartelli

Kristel Cescotto
Kristel Cescotto

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>