Banana bread – al profumo di cannella e caffè

Il banana bread è un dolce americano molto diffuso anche nei paesi anglosassoni, tanto da avere anche una giornata nazionale – il National Banana Bread Day – il 23 febbraio; si tratta di una sorta di plumcake/pane in cassetta, facilissimo da preparare, perfetto per la colazione. È inoltre una golosa idea di riciclo di banane troppo mature!

Bastano davvero pochi minuti per portare a termine questa ricetta che, come spesso accade per le preparazioni americane, prevede la separazione degli ingredienti secchi da quelli umidi, poi un assemblaggio velocissimo e… via in forno.

Tradizionalmente il banana bread è fatto da, come dice chiaramente il nome, un impasto a base di banane schiacciate (non frullate!) ulteriormente ingolosito da irresistibili gocce di cioccolato fondente.

Ricetta banana bread al caffè

Data la sublime e ben nota combinazione tra il sapore della banana e il gusto del caffè, ho personalizzato la ricetta di base aggiungendo del caffè DecaLight Dersut (disponibile nello shop online) – decaffeinato e decerato – che con il suo aroma persistente ha contribuito a un sapore unico senza caricare di caffeina il dolce. In più ho aggiunto un pizzico di cannella per un mix estremamente profumato!

Banana bread al profumo di cannella e caffè: la ricetta

Ingredienti (per uno stampo da plumcake 21×9 cm)

  • 165 g di farina tipo 0
  • 50 g di farina di grano saraceno
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 65 g di zucchero di canna
  • 5 cucchiai di olio di girasole
  • 2 uova
  • 50 g di caffè della moka
  • 70 g di latte
  • 165 g di banana matura (circa 1 banana e mezza)
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente
  • zucchero a velo per decorare

Preparazione

  1. Mescolate gli ingredienti secchi in una ciotola: le farine, il lievito e la cannella. Aggiungete poi le gocce di cioccolato – ben fredde di frigorifero – e mescolate ancora facendole infarinare accuratamente.
  2. In un boccale mescolate il latte, il caffè, lo zucchero, l’olio e le uova. In un piatto raccogliete la polpa di banana e schiacciatela con la forchetta; aggiungetela al miscuglio liquido.
  3. Versate gli ingredienti umidi nella ciotola con gli ingredienti secchi. Amalgamate con una spatola il minimo indispensabile, giusto il tempo necessario per avere un composto omogeneo.
  4. Imburrate e infarinate lo stampo da plumcake. Versatevi il composto. Cuocete in forno statico pre-riscaldato a 180°C per circa 45 minuti (eventualmente verso la fine coprite il dolce con un foglio di alluminio). Vale come sempre la “prova stecchino”.
  5. Fate raffreddare completamente. Nel frattempo mescolate un po’ di zucchero a velo con un cucchiaino di acqua calda, in modo da avere una glassa morbida e decorate il banana bread. Servite.

Ricetta del banana bread

Il banana bread è buonissimo anche appena sfornato, ma dà il meglio di sé il giorno dopo, quando gli aromi saranno completamente fusi tra loro.

Allacciate i grembiuli e correte a prepararlo!

Raffaella Caucci
Raffaella Caucci

Food Writer and Food Photographer

Raffaella è una professionista in comunicazione specializzata in ambito food. Autrice di articoli e ricette, scrive e fotografa mensilmente per Alice Cucina e gustoSano. Per lei non esiste buongiorno senza un cappuccino.

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>