Cosa berranno i giovani nel 2018? Ecco le tendenze ad alto contenuto di caffeina

Quando si parla di mode – anche di tendenze caffè quindi – è necessario fare una distinzione d’età, scindendo la generazione più giovane dagli adulti. Per “giovani” non si intende in questo caso il tradizionale Under 30 da conto bancario o ingresso al museo, ma la Generazione Z – formata da tutti i nati dopo l’anno 2000.

Tranquilli, potete continuare a sentirvi giovani (come farò io stessa) anche se siete dei Millennials: non ci lasceremo di certo “invecchiare” dalle convenzioni degli analisti di mercato.

Le tendenze caffè 2018 e la Generazione Z

Come spesso avviene tra gli adolescenti, le tendenze caffè di quest’anno trovano la loro causa scatenante nei social media, primo fra tutti Instagram. L’estetica della bevanda è un fattore fondamentale, per la continua ricerca dello scatto perfetto.

Non solo però: in un mondo dove le tendenze cambiano alla velocità della luce, il consumatore di caffè tra i 13 e i 18 anni vuole ogni giorno qualcosa di nuovo, per essere non solo alla moda, ma anche un trendsetter, “arrivando prima” dei suoi amici o follower.

Il palato si apre quindi a sapori esotici che arrivano dall’Estremo Oriente, così come a miscele ricercate dove ogni singolo chicco di caffè ha una storia – ancora sconosciuta – alle spalle.

Sono però le ricette più elaborate a vincere la “guerra delle tendenze”, anche per una questione di costo.

Le 3 maggiori tendenze caffè 2018 tra i giovani

Gli analisti di mercato hanno previsto tantissimi nuovi micro-trend food per la Generazione Z, spesso localizzati nazionalmente o regionalmente, ma alcuni fattori sono comuni a tutti.

Pronti a scoprire le tre tendenze fondamentali?

1. Cocktail al caffè

Ovviamente cocktail al caffè analcolici, vista la giovane età dei consumatori considerati. In questa tendenza – nella sua versione alcolica – rientrano anche i Millennials (i nati tra il 1980 e il 2000), che secondo i dati di The Future Lab condividono con la Generazione Z la ricerca del nuovo e un “palato globalizzato”.

Secondo la società di consulenza londinese Drink Factory, specializzata nel settore beverage, adolescenti e giovani adulti cercano bevande sofisticate a base di caffè e sono più aperti a nuovi e ricercati abbinamenti.

Insomma, il 2018 sarà l’anno dei cocktail al caffè, che abbiate già passato i 18 o meno.

Volete mettervi al passo? L’anno scorso vi abbiamo insegnato a preparare l’Espresso Tonic, analcolico, e vi abbiamo dato le ricette dei cocktail al caffè più famosi!

2. Ready-to-go

Caffè e bevande complementari in barattoli preconfezionati oppure in bicchieri d’asporto. Il 2018 sarà per i giovani all’insegna della velocità: anche i 5 minuti al bar dovranno essere eliminati, a favore di un coffee-on-the-go.

Le nostre Botteghe del Caffè Dersut sono già attrezzate al riguardo, quindi potete già fermarvi per un bicchiere di caffè da sorseggiare per strada, quasi foste in una puntata di Sex and The City (o di una qualsiasi serie tv ambientata a New York).

3. Coffeshakes

Il gusto forte e corposo del caffè non è per tutti, soprattutto per i palati più giovani e abituati a bevande zuccherine. Si fanno sempre più largo quindi i Coffeeshake, ovvero i milkshake a base di caffè (anche decaffeinato).

Non necessariamente fredde, queste specialità caffeicole elaborate “vincono” quando sono colorate e riescono a catturare l’occhio del consumatore: perfette quindi per una foto.

Se siete curiosi potete già provare alcune di queste ricette, pubblicate proprio nel DersutMag. Gli ingredienti sono facilmente reperibili, molti dei quali nello shop online Dersut, a portata di click!

 

Valeria Garbo
Valeria Garbo

Social Media Manager & PR per Dersut Caffè

Caporedattore di DersutMag, Valeria si occupa di social media e pubbliche relazioni per Cricket Adv, scrive per il magazine Grazia e segue da anni un blog personale dedicato al lifestyle. Non resisterebbe mai senza almeno tre espressi al giorno!

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>