Hai bisogno di una marcia in più al lavoro? Ti aiuta l’aroma del caffè

Si dice che il cervello possa fare brutti scherzi, soprattutto quando siamo stanchi. A quanto pare possiamo però suggestionarci anche in positivo, come ha riscontrato un recente studio.

Lo  Stevens Institute of Technology, uno degli atenei tecnologici più antichi degli Stati Uniti (è stato fondato nel 1870), ha condotto un esperimento che ha dimostrato come il solo aroma del caffè riesca a rendere più mentalmente attivi.

Magia? No, a quanto pare solo suggestione.

aroma del caffè - secondo uno studio annusarlo attiva le sinapsi

Lo studio sui vapori e l’aroma del caffè

L’idea è stata della professoressa Adriana Madzharov, esperta di marketing e branding sensoriale.

Il campione scelto è stato di circa 100 studenti dello stesso corso di business, ai quali sono state poste 10 domande di algebra. Il primo gruppo ha svolto il test in un’aula dove si sentiva profumo di caffè; il secondo gruppo (di controllo) ha invece effettuato l’esame in condizioni normali.

Chi ha odorato il caffè ha risolto i problemi di matematica meglio dei compagni di corso, pur non avendo assunto realmente caffeina.

Secondo la professoressa Madzharov si è trattato di un effetto placebo. L’aroma del caffè nelle nostre menti è collegato imprescindibilmente alla presenza di caffeina: sentirne solo l’odore ci suggestiona immediatamente, rendendoci più vigili.

Le possibili implicazioni future dello studio

Le donne incinte ascoltano musica classica durante la gravidanza per avere figli più intelligenti; i casinò aumentano il livello di ossigeno nelle sale slot per tenere i clienti svegli più a lungo; gli allevamenti intensivi di pollame lasciano le luci accese 24 ore su 24 per produrre più uova.

Il risultato di questo studio sull’aroma del caffè potrebbe essere sfruttato in maniera equivalente, utilizzando le linee guida del marketing sensoriale in ambito lavorativo.

In futuro avremo uffici dove il profumo del caffè verrà vaporizzato artificialmente nell’aria? Difficile dirlo.

Nel frattempo continuiamo alla vecchia maniera: un espresso quando serve, da odorare direttamente dalla tazzina, caldo e inebriante.

 

È possibile approfondire l’argomento nel Journal of Environmental Psychology, a questo link.

Valeria Garbo
Valeria Garbo

Social Media Manager & PR per Dersut Caffè

Caporedattore di DersutMag, Valeria si occupa di social media e pubbliche relazioni per Cricket Adv, scrive per il magazine Grazia e segue da anni un blog personale dedicato al lifestyle. Non resisterebbe mai senza almeno tre espressi al giorno!

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dovresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>